Un’ isola da sogno a pochi chilometri dalla Capitale

La perla dell’arcipelago delle Isole Ponziane da dimora della Maga Circe a località vacanziera

La dimora della maga Circe che prendeva il nome di Eea o Aeaea e per per molto tempo è stata identificata con  promontorio del Circeo che non è altro che un promontorio e in passato era una penisola. Essendo invece quella narrata da Omero un’isola circondata dal mare molti hanno pensato a Ponza per il suo fascino misterioso.

ponzaEssendo isolata dal mondo i romani la usarono come luogo di detenzione e per questo scopo utilizzata fino agli anni ‘20 con il regime fascista.

Oggi Ponza è ben collegata alla terraferma grazie a traghetti e aliscafi che partono con corse regolari da Formia, Terracina e stagionalmente anche con Anzio, Napoli e Ischia. È inoltre collegata giornalmente con la vicina isola di Ventotene.

L’isola fa parte dell’arcipelago delle isole Ponziane circondata dalle isole minori Palmarola, Gavi e Zannone.

Luoghi da visitare

I luoghi più interesanti da visitare sull’isola sono i reperti di età romana come il  Tunnel per Chiaia di Luna di età augustea che è interamente scavato nel tufo il e le tre ville romane, una di età repubblicana presso il promontorio di Punta della Madonna, una in località Sant’Antonio in opus reticolatum e una in località Santa Maria scoperta solo nel 1926 grazie a dei lavori stradali.

Di età romana sono anche le cisterne, l’acquedotto e le necropoli testimonianza dell’occupazione romana.

Le Spiagge

Ponza è la meta ideale per chi vuole scoprire il mare  in tutte le sue sfumature senza allontanarsi troppo dal mondo civilizzato. La costa dell’isola è resa affascinante da tutta una serie di spiagge, calette e baie, da un mare limpido e incontaminato, e da un patrimonio sommerso unico nel suo genere.

Nel nord di Ponza possiamo trovare due splendide spiagge: Cala Felce e Cala Gaetano.

Cala Felce è una spiaggia chiara, sabbiosa e sassosa, e  l’acqua è una piscina in cui restare immersi a lungo. Le piante di felce sono parte integrante del luogo e gli danno il nome. Una parte della cala è resa gialla da alcune pietre sufuree. Gode di un’esposizione al sole al sole dalle 10.30 alle 15.00 ed è accessibile solo via mare.

ponzaCala gaetano invece è raggiungibile attraverso una scalinata da trecento gradini e presenta fondali incontaminati dove è interessantissimo fare fishwatching.

Dalla cala è possibile raggiungere a nuoto le spiagge di Punta dell’Ebreo che grazie alla sua inaccessibilità si possono avere le sue spiaggette tutte per sè.

A Sud dell’isola invece si posso trovare le spiagge più frequentate e più accessibili tra cui Cala di Luna, una delle spiagge più famose di Ponza.

La cala offre due grandi vantaggi: l’accessibilità e le dimensioni. Non servono  scalinate per raggiungerla, ma un tunnel romano lungo 170 metri rimesso di recente in sicurezza insieme alle pareti rocciose della spiaggia.

La meta più glamour di Ponza però è senza dubbio la spiaggia di Frontone che è accessibile via terra attraverso un sentiero piuttosto difficile da percorrere e quindi meglio raggiungibile via mare.

La spiaggia è ampia, chiara e sabbiosa, nonché ricca di servizi.

Sulla spiaggia si può prendere il sole fino alle 17.00  grazie alla sua esposizione e una volta tramontato il bar al centro della spiaggia diventa una discoteca a cielo aperto dove sorseggiare drink e trascorrere la serata.

Leave a Reply