Un 2019 in vacanza: ecco come!

State pensando di programmare i vostri prossimi viaggi 2019? Siete in buona compagnia, visto e considerato che proprio questi frangenti sembrano essere i più utili per poter pianificare con la giusta calma e consapevolezza i propri spostamenti. Ma c’è qualche trend che bisognerebbe cavalcare?

A nostro giudizio, si! Il primo è sicuramente quello di massimizzare il concetto di micro viaggio. Oltre la metà dei viaggiatori globali (53%) riferisce che prevede di fare più viaggi nei fine settimana nel 2019, il che significherà… grandi affari per le economie locali.

Il 2019 sarà insomma l’anno dei viaggi mordi e fuggi, con itinerari di viaggio più curati in tempi più brevi. Grazie al miglioramento delle rotte aeree, dei trasporti, dei voli a basso costo, del noleggio auto su richiesta e degli alloggi, i micro viaggi diventeranno sempre più popolari e variegati. Peraltro, come ci ricorda il sito internet www.gnoccatravels.com, specializzato nei viaggi di “piacere”, la possibilità di concedersi brevi fughe diventerà anche sempre più di moda.

2019 in vacanzaUn’altra tendenza che consigliamo di non sottovalutare è quella di viaggio consapevole. Anzi, provate a pensare  al 2019 come l’anno del viaggiatore consapevole, dai diritti umani alle migliori condizioni di lavoro passando per le questioni ambientali.

Quasi la metà dei viaggiatori ha detto ad esempio a Booking.com di ritenere che le questioni sociali nelle possibili destinazioni di viaggio siano di reale importanza quando si sceglie dove andare. Nel frattempo, oltre la metà dei viaggiatori sceglie di non andare verso una destinazione se ritiene che ciò avrà un impatto negativo sulle persone che vi abitano.

La sicurezza, indipendentemente dal sesso, dall’etnia o dall’orientamento sessuale sono di grande di crescente importanza per gli esploratori e, anche per questo, piattaforme come Destination Pride stanno sfruttando il potere di molteplici fonti di dati per fornire ai viaggiatori una classifica di quanto sia LGBT+ amichevole la destinazione di viaggio scelta.

I dati di Booking.com rivelano in merito che quasi un viaggiatore su cinque (19 per cento) ha intenzione di viaggiare per partecipare a un Pride festival nel 2019, con i più giovani esploratori under 35 che assorbono percentuali di quasi un terzo (30 per cento).

Altro sbocco turistico di predominanza sarà quello legato alla tecnologia: intelligenza artificiale, realtà virtuale, riconoscimento vocale, sono solamente alcune delle innovazioni che lentamente prenderanno il sopravvento e semplificheranno il modo in cui andremo in vacanza nel 2019. Come dice Booking.com, pensate all’accesso alla stanza senza chiavi con il vostro telefono, a consigli di viaggio personalizzati o a un concierge robotizzato in grado di comunicare con gli ospiti nella loro lingua madre.

È stato ad esempio rilevato che i viaggiatori siano ora più entusiasti del monitoraggio dei bagagli in tempo reale attraverso un’applicazione mobile (57%) e di avere un’unica applicazione per tutte le loro esigenze di pianificazione, prenotazione e viaggio (57%) rispetto alla prospettiva di utilizzare il trasporto in autoguida nella loro destinazione (40%).

Ancora, riteniamo che il 2019 sarà l’anno in cui esaminare seriamente come vengono utilizzate le informazioni di viaggio. Un terzo dei viaggiatori (34%) ammette di volere qualcuno o qualcosa che faccia il duro lavoro per loro e formula raccomandazioni di viaggio. Nel frattempo, circa due quinti (41%) desidera che i marchi di viaggi utilizzino tecnologie come l’IA per fornire suggerimenti di viaggio basati su esperienze di viaggio passate.

Leave a Reply

Su questo sito web utilizziamo strumenti di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo computer. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma tu hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Privacy & Cookie Cookie policy